in

Nicola Giorgio guida il Tanit del Poltu Quatu in Costa Smeralda

Apertura prevista: 26 maggio o forse il 28, “ma dipende, magari tra il green pass e il passaggio alla zona gialla anticipiamo qualche giorno” dice Nicola Giorgio, nuovo Direttore del Tanit Fine Restaurant di Arzachena. In Sardegna nella zona arancione (si spera agli sgoccioli) si lavora alacremente per preparare la stagione. Confidando nell’effetto combinato di vaccino e dal freno imposto alla pandemia dalle ultime restrizioni. Dunque, seppur senza una data ufficiale, i lavori fervono. E il nuovo direttore prende confidenza con la struttura e con il suo staff: 18 persone in tutto, cui si aggiungono nuove risorse: “i ragazzi usciti dai corsi del Gambero Rosso”. A conclusione del percorso di studi, infatti, per alcuni di loro la formazione continua in Sardegna. “Per ora sono 3, che andranno in cucina e pasticceria”. L’idea, infatti, è inserirli nel processo produttivo, in diverse postazioni “al Tanit facciamo tutto in casa, inclusa panificazione e pasticceria. In pratica non compriamo nulla”. E seppur concentrata sul prodotto ittico, appena sfiorato da cotture calibrate, la cucina consente di fare un’esperienza completa di ristorazione. Anche grazie al nuovo direttore.

Hotel a Poltu Quatu in Sardegna Superior Room

Nicola Giorgio dal Brasile ad Arzachena

Arrivato pochi mesi fa dal Brasile, dove per 20 anni si è occupato di cucina italiana in super gruppi come Fasano e BFW, Giorgio è tornato in Italia con l’idea di portare in tavola l’anima dei luoghi e di farlo a partire dalla materia prima. Locale, localissima. Nonostante il Tanit sia all’interno di una struttura alberghiera frequentata da habitué  e nonostante gli oltre 100 coperti. Il main restaurant del super complesso turistico viaggia infatti su una proposta chiara, in cui il territorio di questa parte di Sardegna diventa il protagonista assoluto: “formaggi, salumi, bottarghe, e poi ovviamente il pesce fresco: tutto arriva da piccoli fornitori della zona”. Mentre il giardino per le erbe, appena piantato, dovrebbe provvedere – “se cresce come spero” – al fabbisogno del ristorante, di concerto con quanto arriva dagli altri produttori.

Il senso del lusso, dalla vista alla tavola

“Cos’è il lusso?” fa Nicola “Il lusso non è solo la cosa più costosa”. E poi aggiunge, per chiarire il suo pensiero: “anche godere lo spettacolo della natura come dai tavoli del Tanit è lusso”. Nato nel 1987, il ristorante affaccia sul fiordo di Poltu Quatu e tutti, o quasi, i suoi tavoli possono godere della vista sul porto. Quest’anno poi, la nuova Terrasse du Port accoglie prima e dopo cena, per mangiare a un passo dal mare della Costa Smeralda. Mare davanti agli occhi e mare nel piatto, con una proposta coerente con quella che i clienti hanno imparato ad apprezzare negli anni passati, per via di quel concentrato di prodotto, eleganza, tecnica che distilla il gusto locale. Il lusso della semplicità, si direbbe. “In menu ci sono i piatti tipici mediterranei, magari presentati in modo diverso”. Il fulcro di tutto, spiega, è la materia prima. Una vocazione che quest’anno si arricchisce con una proposta emblema essa stessa di mare e di lusso, con una carta del caviale da abbinare a una delle etichette di vodka (ma anche a uno dei vini in carta: moltissimi sardi, tante bollicine francesi e i grandi nomi dell’enologia internazionale), da gustare in purezza – certo – ma anche in uno dei piatti in menu: “abbinato alle uova per esempio, oppure con la pasta”.

Il servizio per le barche

“Il nostro ristorante” continua “nasce nell’albergo ma è molto frequentato anche da clienti esterni”. Il Tanit però, non si ferma sulla battigia: “siamo sempre noi a occuparci dello yacht club: dalla cambusa ai catering con i piatti pronti, dalle box con proposte per ogni momento della giornata”. Lo stesso per chi decide di trascorrere la giornata in mare, senza rinunciare al gusto.

Arzachena (OT) – Poltu Quatu – 0789 955008 /  347 7658769 – https://www.poltu-quatu.com/it/

ARTICOLO TERMINATO!

E come sempre ti raccomandiamo: se hai domande, dubbi, chiarimenti di qualsiasi tipo, scrivici nei commenti o lascia la tua valutazione! Il team di FOODTOP è al tuo servizio per la scelta del prodotto migliore. Un saluto!

Cosa ne pensi?

Written by redazione

Davide Caranchini apre un nuovo ristorante e un laboratorio di ricerca a Cernobbio

Cucinare Stanca: dalla pagina Instagram al libro di ricette per incapacy. Intervista a Sofia Fabiani