in ,

LoveLove

Birra Senza Glutine per celiaci: le migliori 15! Cos’è e dove trovarla

Tutti meritano di bere una buona birra. Una selezione delle birre migliori per gli amici celiaci

Se sei alla ricerca della birra senza glutine sei arrivato nel posto giusto! Il team di Foodtop ha selezionato e recensito per te le 15 migliori birre gluten free per celiaci che sono risultate più apprezzate per caratteristiche e per rapporto qualità/prezzo dai clienti che le hanno acquistate su Amazon. Ma prima di arrivare alla selezione della birra senza glutine migliore è bene considerare tutti fattori che influenzano le scelte di acquisto di una birra senza glutine e nello specifico come viene realizzata e cosa significa gluten free.

La birra senza glutine è un prodotto relativamente nuovo tra le referenze dei supermercati e dei locali che nasce dall’aumento esponenziale delle intolleranze al glutine che ha necessariamente modificato gli stili di vita e le abitudini dei consumatori. I birrifici non sono rimasti indifferenti alle richieste del mercato e dei consumatori celiaci tanto da cominciare a dedicare singole linee dedicate alla produzione di birre senza glutine consentendo a chi soffre di allergie ed intolleranze di gustare ottime birre e godere dell’esperienza sensoriale che la birra sa donare. 

Il “problema” è che la produzione di birra prevede l’utilizzo di molti cereali come l’orzo, l’avena, il grano o il farro, che contengono glutine. Pertanto, i produttori hanno dovuto studiare dei metodi per eliminare o ridurre la presenza di glutine nella birra. 

Vedremo più avanti come viene prodotta la birra senza glutine, come viene regolamentata in Italia e soprattutto scopriremo quali sono le migliori birre gluten free in commercio. Ma prima di tutto cerchiamo di fare chiarezza su alcuni aspetti fondamentali della celiachia. 

Beh, buona lettura!

Gluten Free: che significa? Cos’è la birra senza glutine?

Prima di analizzare nel dettaglio cos’è la birra senza glutine e come viene prodotta, è forse utile soffermarci su cosa sia il glutine e come viene regolamentato il mercato e tutelati i consumatori. 

Il glutine è un complesso alimentare costituito principalmente da proteine ed è caratterizzato, a livello chimico, dall’essere insolubile in ambiente acquoso. Il glutine si forma a seguito dell’idratazione e combinazione di due proteine, la gliadina e la glutenina, presenti principalmente nell’endosperma della cariosside di cereali.

Questo composto è contenuto in alcuni cereali, grano e frumenti, ma anche nell’orzo, nella segale e nell’avena. Ne sono privi invece il riso, il mais, il miglio e la quinoa ed anche il grano saraceno. 

L’assunzione di questo elemento provoca nei soggetti predisposti delle reazioni avverse. Ecco appunto i soggetti intolleranti al glutine

Molti degli elementi nominati prima sono proprio utilizzati nel processo brassicolo: orzo, cereali etc. Pertanto è stato necessario mettere a punto nuovi metodi di produzione della birra in considerazione della presenza o meno del glutine e sviluppare delle tecnologie capaci di rendere le birre senza glutine ugualmente buone e gustose come le birre tradizionali. 

L’ambito del “Gluten Free” è stato regolamentato dal Regolamento CE 41/2009, entrato ufficialmente in vigore dal 1 gennaio 2012 che all’articolo 2 definisce cosa sono prodotti senza glutine, definisce il glutine ed il frumento, così: 

  • prodotti alimentari per persone intolleranti al glutine”, gli alimenti destinati a diete particolari specialmente, prodotti, preparati e/o lavorati per soddisfare le esigenze dietetiche specifiche delle persone intolleranti al glutine;
  • glutine”, frazione proteica del frumento, della segale, dell’orzo, dell’avena o delle loro varietà incrociate nonché dei loro derivati, nei confronti della quale alcune persone sono intolleranti, non solubile in acqua in soluzione di cloruro di sodio di 0,5 M;
  • frumento”, tutte le specie di Triticum.

Inoltre viene stabilita una fondamentale distinzione dei prodotti alimentari per persone intolleranti al glutine che vedremo sarà importante anche nella lavorazione e produzione delle birre senza glutine. Abbiamo infatti due tipi di prodotti:

  1. Prodotti alimentari senza glutine: sono i prodotti alimentari con un contenuto di glutine inferiore a 20 mg/kg;
  2. Prodotti alimentari “con contenuto di glutine molto basso”: sono invece i prodotti alimentari con contenuto di glutine nel prodotto finito inferiore a 100 mg/kg. 

A maggior tutela dei consumatori celiaci è nata l’Associazione Italiana Celiachia che ha registrato un marchio, la spiga sbarrata, che viene concesso a quei prodotti che rispettino la prima condizione prima evidenziata, ossia contenuto di glutine inferiore alle 20 ppm.

Per quanto riguarda le birre senza glutine, è necessario comunque che i birrifici osservino con attenzione le norme di sicurezza per evitare i rischi di contaminazione. 

Quindi ora possiamo rispondere alla domanda: Cos’è una birra senza glutine? 

La birra senza glutine, o gluten free, è quella birra che è composta da ingredienti che non contengono glutine come il grano saraceno, il riso, il mais etc oppure che contiene un contenuto inferiore ai 20 ppm. 

Bene, ma come si produce una birra senza glutine? Lo scopriamo subito, nel prossimo paragrafo.

Come viene prodotta la birra senza glutine?

Come abbiamo visto, il glutine può essere presente negli alimenti ma deve essere al di sotto del limite di 20 ppm per poter essere assunto dagli intolleranti ed allergici. Una intolleranza che coinvolge milioni di persone nel mondo ed è in continuo aumento. Un mercato importante di uomini e donne assetati e vogliosi di riprovare il piacere di bere una buona birra.

Pertanto i birrifici hanno dovuto sperimentare, innovare ed investire in linee di produzione differenti dalla classica e birra tradizionale. 

Le alternative per la produzione di birra senza glutine sono due: 

  1. 🍺Birra Gluten Free: birre prodotte con l’utilizzo di ingredienti privi di glutine. 
  2. 🍺Birra Gluten Removed: conosciute anche con il nome di birre deglutinate, sono appunto birre “tradizionali” dalle quali viene ridotto il glutine a livelli inferiori a 20 ppm. 

Nel primo caso, pertanto, vengono utilizzati dei cereali ed ingredienti adatti ai celiaci, perché già privi di glutine. Rientrano in questo caso prodotti come il miglio, il riso, il mais, il grano saraceno, l’amaranto, etc. Diventa importantissimo l’equilibrio che il mastro birraio riesce a conferire al prodotto finale. 

Il secondo caso, invece, utilizza la ricetta (e gli ingredienti) della birra tradizionale ma ad un certo punto della produzione si procede alla deglutinazione, ossia la riduzione dei livelli di glutine attraverso delle tecniche in grado di abbatterne le quantità. Queste tecniche possono essere eseguite direttamente all’origine, sul malto deglutinato, oppure nella fase finale del processo attraverso l’utilizzo di particolari enzimi in grado di assorbire gran parte del glutine presente. Attualmente questa tecnica produttiva è quella più utilizzata dai birrifici non tanto per la tecnica in sé che potrebbe essere anche più importante e che richiede maggiore attenzione e controllo ma più che altro per il gusto dei consumatori. La differenza fondamentale tra le due tipologie è rappresentata infatti dal gusto, dal sapore. La birra gluten free, il primo caso visto, risulta infatti abbastanza differente dal punto di vista organolettico a causa dell’utilizzo di materie prime differente da quelle classicamente utilizzate per la produzione delle birre tradizionali. Nel caso, invece, di birre gluten removed il sapore e le caratteristiche organolettiche saranno molto più simili alle classiche birre con glutine.

Birra Senza Glutine, ecco le 15 top birre per celiaci:

Classifica e Prezzi

Birra gluten free, gluten removed, senza glutine, celiachia: ora che sapete tutto sul mondo della birra senza glutine possiamo conoscere quali siano le migliori sul mercato, per caratteristiche e per rapporto qualità/prezzo e soprattutto per valutazioni degli utenti che hanno avuto modo di provarle. 

E non dimenticate di dirci la vostra nei commenti: Qual è la vostra birra senza glutine preferita?

1 – Birra senza glutine Peroni 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaLager
ProcessoGluten removed
Gradazione alcolica4,7%
Gustomoderatamente amaro, equilibrato
ColoreGiallo paglierino
FermentazioneBassa

Incontriamo subito la Birra Peroni, tra le più famose ed apprezzate in Italia. La storia inizia nel 1846 a Vigevano con l’inaugurazione di una piccola fabbrica con annessa birreria da parte di Francesco Peroni. Successivamente, nel 1870, il figlio Giovanni, decise di affiancare alla storica fabbrica di Vigevano una nuova sede a Roma, dove si afferma definitivamente. Negli anni il successo della birra Peroni è stato incredibile ed oggi è una delle realtà più importanti del settore birraio industriale. Oltre alla produzione a Roma ha anche sedi produttive a Bari e Padova. Attualmente fa parte del gruppo giapponese Asahi Breweries. 

Dal 2014 Peroni produce anche la birra senza glutine. Peroni Senza Glutine è prodotta, come tutti i prodotti, con Malto 100% italiano, tracciato e tracciabile anche dal consumatore con il QR code e sistema blockchain. 

Si tratta di una birra lager dal colore giallo paglierino con gradazione alcolica di 4,7% vol. É come la Peroni tradizionale, con un perfetto equilibrio tra dolce e amaro. Ma senza glutine, o meglio, con livelli inferiori ai 10 ppm, come evidenziato dal marchio Spiga barrata AIC. 

Si tratta sicuramente di una delle migliori birre senza glutine che possiate trovare. A conferma di ciò la vittoria nel 2017 e 2018 del World Gluten Free Beer Award.


2 – Birra senza glutine Cerveza Estrella Galicia 🍺

ProvenienzaSpagna
TipologiaLager
ProcessoGluten removed
Gradazione alcolica5,5%
Gustogusto neutro e leggero con una marcata nota luppolata
ColoreDorato brillante

Estrella Galicia è un marchio di birra spagnola prodotta dalla Hijos de Rivera, nata nel 1906 dalla passione di José Maria Rivera Corral dopo aver viaggiato in Messico e Cuba e tornato con il sogno di produrre ottima birra. Nasce così nella città di A Coruña la fabbrica “La Estrella de Galicia”. L’azienda è tuttora a conduzione familiare che, da quattro generazioni, porta avanti questa antica tradizione. 

Probabilmente il marchio avrà qualcosa di familiare per i fan del motociclismo e della Formula 1: l’azienda è molto presente nelle sponsorizzazioni degli sportivi delle due ruote e quattro ruote spagnoli. Tra gli sponsorizzati abbiamo il ferrarista Carlos Sainz ed i fratelli Marc e Alex Marquez, in MotoGp. Anche gli appassionati di calcio possono riconoscerla per la sponsorizzazione al Deportivo La Coruña, Celta Vigo e Valladolid. 

Sono quattro le birre in catalogo e tra queste abbiamo la Estrella Galicia Sin Gluten, senza glutine. Si tratta di una birra dal colore dorato brillante prodotta con acqua, malto d’orzo, mais e luppolo e sottoposta a processo di deglutinazione. Vanta il marchio della “spiga barrada” della FACE, la versione spagnola della nostra AIC.

Molto apprezzata per il suo gusto neutro e leggero con una marcata nota luppolata.


3 – Birra Senza Glutine Theresianer Lager non filtrata 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaLager
ProcessoGluten removed
Gradazione alcolica4,8%
GustoDi malto e luppolo ben equilibrati
ColoreGiallo paglierino
FermentazioneBassa

Theresianer Antica Birreria di Trieste è un birrificio italiano con sede a Nervesa della Battaglia, in provincia di Treviso. L’azienda nasce dalla capacità imprenditoriale di Martino Zanetti che con la sapienza dei mastri birrai, produce birra di tradizione mitteleuropea di alta qualità. Le origini sono però molto più antiche: dobbiamo risalire al 1766 quando a Trieste si stabilirono molti austriaci che portarono le proprie usanze e tra queste c’era anche la birra. 

Oggi l’azienda fa parte del gruppo Hausbrandt, antica azienda triestina specializzata nel settore caffè e dintorni. 

La birra Theresianer Senza Glutine è una birra molto ben equilibrata, una lager non filtrata, realizzata con acqua, malto d’orzo, luppolo e lievito, ovviamente soggetta a processo di deglutinazione. Ma mantiene l’equilibrata piacevolezza e la morbidezza tipiche della Lager classica. 

A conferma della sua qualità è il riconoscimento che ha ricevuto per ben 3 anni (2019-2020-2021) al Berlin International Beer Competition, con la Medaglia d’oro.


4 – Birra senza glutine Baladin Box Birra Nazionale Gluten free 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaBlonde Ale 
ProcessoGluten removed
Gradazione alcolica6,5%
GustoEquilibrata e amaro moderato
ColoreGiallo paglierino

Il birrificio agricolo Baladin ed il suo fondatore e mastro birraio Teo Musso sono super conosciuti ed apprezzati nel mondo delle birre artigianali per la passione e l’innovazione che negli anni sono stati apportati e che sono stati da stimolo e da modello per molti birrifici artigianali italiani. Nasce nel 1996 a Piozzo, piccolo paese nelle Langhe in provincia di Cuneo, come un brewpub con produzione e mescita diretta di birra. Nel tempo le richieste ed il successo è stato sempre maggiore portando Teo Musso ad allargarsi piano piano nella fattoria di famiglia, sfrattando le galline dal loro pollaio per far spazio ai nuovi impianti di produzione. Oggi la sede è moderna e bellissima, il Baladin Open Garden. Sono continue le nuove idee e le nuove ricette che questo birrificio piemontese propone al mercato, tutte comunque accomunate da una filosofia comune che si sviluppa sui seguenti elementi: birra, terra, energia, idee. Oggi Baladin è anche birrificio agricolo, nel senso che produce autonomamente molte delle materie prime utilizzate nella produzione. 

Non poteva mancare nel catalogo Baladin una birra dedicata ai consumatori intolleranti al glutine. Si tratta della Birra Baladin Nazionale Gluten Free. Una birra dal colore giallo intenso e dal sapore fresco e fruttato. La caratteristica distintiva è senza dubbio l’utilizzo, tra gli ingredienti, del Riso Carnaroli (rigorosamente coltivato in Piemonte), utilizzato per abbattere la componente glutinica, che aggiunge una nota secca a quelle di camomilla. Un’ottima birra!


5 – Birra Senza Glutine Damm Daura 🍺

ProvenienzaSpagna
TipologiaLager
ProcessoGluten removed
Gradazione alcolica5,4%
GustoEquilibrata e amaro moderato
ColoreGiallo dorato
FermentazioneBassa

La Damm è una azienda spagnola produttrice di birra fondata a Barcellona nel 1876 da due cugini alsaziani August Kuentzmann Damm e Joseph Damm, emigrati nella città catalana a causa della guerra franco-prussiana. Se siete stati a Barcellona sicuramente non vi sarà sfuggito il logo rosso con stella dorata che campeggia ovunque della più famosa tra le birre di questa casa spagnola, la Estrella Damm. Dal 1876 l’azienda è cresciuta infatti esponenzialmente ed è riuscita a posizionarsi sul mercato come la “Birra del Mediterraneo”. 

Damm ha investito molto anche nel mercato del gluten free e la birra di casa è tra le più riconosciute ed apprezzate. Si tratta della Damm Daura, lanciata nel 2006, e vincitrice di diversi premi internazionali tanto da essere definita come “The World’s Most Award-winning Gluten-Free Beer”. Sicuramente è stata tra le prime birre gluten free presenti sul mercato e si può considerare tra i pionieri del settore. L’innovazione da pioniere si riconosce anche dal livello davvero basso di glutine presente: la Damm ha infatti sviluppato una tecnologia in grado di abbattere il glutine fino ad un livello inferiore ai 3 ppm. 

Si tratta di una birra bionda a bassa fermentazione caratterizzata da un colore dorato con sfumature ambrate e da un gusto fresco, con una vivace acidità ed un delicato retrogusto amarognolo. La Damm Daura ha il sapore della birra di tutti i giorni.


6 – Birra Artigianale senza Glutine Ventitré Desnuda 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaKölsch 
ProcessoGluten removed
Gradazione alcolica5,0%
GustoFresca e beverina
ColoreGiallo dorato

Il Birrificio Ventitrè è un’impresa tutta italiana con base operativa a Grottaminarda, piccolo comune in provincia di Avellino, situato nel nord dell’Irpinia. Nasce dalla passione per il mondo birra di quattro amici che hanno deciso di cimentarsi in questa bellissima avventura. Il 23 è il loro numero, da qui il nome del birrificio: 23 litri è stato il volume della prima cotta; 23 è il numero civico del laboratorio di produzione; 23 è il giorno di fondazione del birrificio. 

Il punto di forza delle birre artigianali VentiTrè è l’acqua, ingrediente fondamentale per un’ottima birra, che viene dalle sorgenti irpine. Tutte le birre sono non pastorizzate e non filtrate e tutto il ciclo produttivo è alimentato da fonti energetiche naturali e rinnovabili. 

Ed è non filtrata anche la birra che vi presentiamo: la Desnuda, Birra artigianale senza glutine. Si tratta di una dal colore giallo dorato e caratterizzata da aromi floreali lievemente speziati, un corpo leggero e finale secco.

Una birra chiara sbarazzina, adatta a tutti!


7 – Birra senza glutine Summer of Love Birrificio Ciociaro 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaIPA
ProcessoGluten removed
Gradazione alcolica5,5%
GustoAgrumata e fruttata, poco amara
ColoreArancio

Il Birrificio Ciociaro nasce a Veroli, in provincia di Frosinone dalla passione di tre ragazzi per la birra e tutto ciò che le gira attorno. La nascita di tutto è davvero particolare: per il 18esimo compleanno uno dei tre soci riceve in dono un kit per fare la birra in casa. Da lì partono idee, sperimentazioni, investimenti e da un gioco, un hobby, si passa a fare sul serio. Nasce così il Birrificio che negli anni ha già collezionato diversi riconoscimenti internazionali per le proprie birre. Tra questi riconoscimenti abbiamo anche l’Oro al Concorso Internazionale di Lione nel 2021 per la Summer of Love, la birra che vi presentiamo. Si tratta di una birra color arancio, ispirata alle IPA americane, dai sentori agrumati di mandarino, pompelmo e ribes. Sono due le varietà di luppolo utilizzate, entrambe americane. La gradazione è di 5,5% ed è naturalmente senza glutine.


8 – Birra senza glutine Fabbrica in Pedavena – Birra Superior 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaLager
ProcessoGluten removed
Gradazione alcolica5,2%
GustoPieno e persistente
ColoreGiallo chiaro

La Fabbrica in Pedavena è uno storico birrificio italiano nel cuore delle Dolomiti diventato un luogo di eccellenza italiana per la produzione della birra. Nasce nel febbraio del 1897 grazie ai fratelli Luciani che identificarono il territorio di Pedavena come luogo ideale per la realizzazione del loro birrificio grazie alla vicinanza alle sorgenti e per la facilità di approvvigionamento del ghiaccio. Nella metà degli anni ‘70 il birrificio passò nelle mani della Heineken che però nel 2004 decise di chiudere lo stabilimento. Questa decisione scatenò una serie di reazioni, a partire dai lavoratori della fabbrica fino ad arrivare al Parlamento Europeo. Questo portò alla riapertura dello stabilimento nel 2006 e cessione della proprietà alla Birra Castello di Udine. Una storia ed una passione di un intero territorio. Oggi Birreria Pedavena è la birreria più grande d’Italia ed al suo interno vanta un ristorante, una birreria oltre alla fabbrica centenaria. Un luogo da visitare!Sono tre i marchi prodotti: Birra Pedavena, Birra Dolomiti e Birra Superior. È proprio quest’ultima la birra che vi presentiamo, nella sua versione gluten free. La Birra Pedavena Superior Senza Glutine è una lager dal gusto pieno e persistente realizzata con materie prime selezionate per una ricetta esclusiva.


9 – LaGAIA Bionda, 100% sorgo 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaBlanche
ProcessoGluten Free
Gradazione alcolica5,5%
GustoAgrumata e speziata
ColoreGiallo arancio

Stirone Barleyfree Brewery è l’unico birrificio italiano senza allergeni. Nasce a Fidenza, in provincia di Parma, per hobby e passione dei suoi fondatori e con l’idea di realizzare qualcosa di unico: produrre una bevanda alcolica con sorgo bianco 100% italiano. Il sorgo è il 5° cereale più consumato al mondo, molto rustico e dal sapore particolare e dalle importanti caratteristiche nutraceutiche. Esiste un’antica ricetta della birra di sorgo e da qui nasce l’idea, coraggiosa ed innovativa, di creare questa birra, anzi bevanda alcolica. Sì perché in Italia la birra può essere definita tale se realizzata esclusivamente a partire dall’orzo o dal frumento. In questo caso siamo in presenza di bevanda fermentata. A parte le nomenclature, parliamo di una birra naturalmente senza glutine, dalla grande personalità, dal gusto nuovo ed innovativo. LaGaia Bionda, dal punto di vista tecnico, è una birra ispirata allo stile Blanche con sentori di buccia d’arancia e spezie, dal colore giallo arancio.


10 – Birra artigianale Sikania Gluten free 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaPilsner
ProcessoGluten Removed
Gradazione alcolica5,5%
GustoFresca e leggera, lievemente amara
ColoreGiallo dorato
FermentazioneAlta

Birra Sikania nasce nel 2015 dalla passione di giovani entusiasti della birra con l’idea di portare in alto la propria terra, la Sicilia. La ricerca delle materie prime di prima qualità, la ricerca di combinazioni e ricette in grado di esaltare tali ingredienti e la creatività ed innovazione comunicativa hanno fatto sì che arrivasse il successo. 

Il successo è, infatti, arrivato con il boom del marchio “Minchia”: una scelta coraggiosa, sarcastica, schietta, ma che ha conquistato tutti i siciliani in Italia ed all’estero; ma non solo loro. La scelta della sicilianità è continuata con la Birra Futtitinni, che tradotto in Italiano vuol dire fregatene. Lo sdoganare la terminologia siciliana è nella mission aziendale. Non manca nelle referenze anche una birra senza glutine: Sikania Gluten free. Qui il naming è più classico e concreto. La birra è una premium pilsner dal colore dorato, brillante, e dal gusto particolarmente secco e lievemente amaro grazie alla luppolatura decisa.


11 – Aperibox Beer 100% Gluten Free 🍺

ProvenienzaSpagna
TipologiaAle
ProcessoGluten Removed
Gradazione alcolica6%
GustoFruttata e amaro delicato
ColoreGiallo dorato

Con questa scelta vogliamo stupirvi. E potreste stupire voi stessi i vostri amici con questa idea. Si tratta di un Aperibox, un box contenente snack e birre, tutto rigorosamente Gluten Free! Ci sono ben 22 snack e 4 birre per un aperitivo unico e adatto a tutti. Può essere un’idea regalo davvero speciale. Ma vediamo le birre che ci sono all’interno.

Si tratta di 4 bottiglie da 330 ml di Barcelona Beer Company, birrificio artigianale catalano nato nel 2013 dalla passione di alcuni amici diventata progetto di impresa dopo un viaggio a New York. Il birrificio è stato localizzato vicino al Parco Naturale Montseny da cui proviene l’acqua pura utilizzata in produzione, Agua de Font del Regàs del Parc Natural del Montseny. Oltre l’acqua, anche il resto delle materie prime ed ingredienti sono il frutto di accurate ricerche e sperimentazioni. La birra presente è la Big Bear Gluten Free, una Pale Ale senza glutine di ispirazione british. Presenta un colore giallo dorato ed un gusto fruttato, con frutta gialla e scorza d’arancia, ed un amaro delicato. Decise le note dei malti. L’etichetta è disegnata da Brosmind, due geni del design di fama mondiale.


12 – Birra senza glutine Laval Belgian Ale 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaBelgian Ale
ProcessoGluten Removed
Gradazione alcolica4,8%
GustoFruttata ed equilibrata
ColoreGiallo da paglierino a dorato

Altro birrificio artigianale italiano. Si tratta della Birra Laval del Birrificio Valsusa, localizzato a Avigliana, comune del torinese, nato nel 2014 dalla passione per l’homebrewing di un gruppo di 5 amici. Al birrificio è affiancato un locale di mescita dove la birra si accompagna al cibo di qualità ed ai prodotti del territorio. Con il marchio Laval, vengono presentate una serie di etichette ispirate alle tradizioni brassicole del Belgio e della Gran Bretagna. Tra queste anche una birra senza glutine: la Birra Laval Alba Belgian Ale Senza Glutine. Si tratta di una bionda dal colore giallo tra il paglierino ed il dorato. L’aroma presenta note floreali e speziate ed un gusto nel finale secco e debolmente dolce.


13 – Birra Artigianale DELìRA Pale Ale Senza Glutine – Italian Craft Brewery 🍺

ProvenienzaItalia
TipologiaPale Ale
ProcessoGluten Removed
Gradazione alcolica5%
Gustoleggermente maltato e amaricatura bilanciata
ColoreGiallo ramato opaco
FermentazioneAlta

Italian Craft Brewery I.C.B. è un birrificio artigianale nato a Ravenna nel 2014 da due fratelli, Michele e Monica nati in Germania e poi trasferiti in Romagna. Sicuramente qualcosa della tradizione birraia tedesca deve essere rimasta dentro di loro. Come la maggior parte dei birrifici artigianali tutto nasce dall’homebrewing per poi trasformarsi in qualcosa di più impegnativo e professionale. Oggi il birrificio I.C.B. di Ravenna si estende in un’area di 7.000 metri quadri con sale didattiche, uffici, aule didattiche e, ovviamente, gli impianti di produzione.Attraverso tante ricerche, dedizione e sperimentazioni il birrificio ha visto nascere la sua birra, la Delìra, in tantissime declinazioni di stile: IPA, Weiss, Lager bionda e Lager Rossa.

Ed anche la Delìra Senza Glutine. Si tratta di una Pale Ale ad alta fermentazione da 5% volume dal colore giallo ramato opaco e sentore di crosta di pane e leggermente maltato e lievi punte amarognole. No glutine, 100% gusto!

E se non resistete al fascino della spillatura vi consigliamo di provarla in questa versione da fusto da 5 lt con rubinetto. E che la festa abbia inizio!


14 – Birra senza glutine San Miguel Gluten Free 🍺

ProvenienzaSpagna
TipologiaPale Ale
ProcessoGluten Removed
Gradazione alcolica5,4%
GustoDelicata ed equilibrata
ColoreGiallo dorato
FermentazioneBassa

La storia di San Miguel è davvero particolare. La birra nasce nel lontano 1890 da un gruppo di spagnoli, mercanti ed esploratori, che decisero di portare la birra dove era quasi sconosciuto: l’Asia. Si stabilirono a Manila e selezionarono i migliori ingredienti per realizzare la prima birra del sud-est asiatico. Il successo arrivò tanto da espandersi nei maggiori porti dell’epoca: Shangai, Guam e Hong Kong. La San Miguel divenne quindi la birra più bevuta in tutta l’Asia già nel 1940. Visto il successo continentale, la San Miguel decise di tornare anche a casa, in Spagna, alla conquista del mercato europeo. Oggi è una delle birre più conosciute al mondo. Tra le referenze non manca una birra dedicata ai consumatori celiaci. La San Miguel Gluten free è una Pale lager dal colore dorato chiaro ed una bella schiuma corposa. Ha un sapore delicato con gusto di pane bianco, frutta e miele con un finale leggermente amarognolo.


15 – Birra senza glutine Tennent’s Authentic 1885 Lager Gluten Free 🍺

Per finire incontriamo la Tennent’s, la birra scozzese più famosa tra gli italiani. La nascita di questa leggenda scozzese si deve alla famiglia Tennent e risale al lontano 1556, quanto Robert Tennent fondò un birrificio artigianale a Glasgow. Oggi la Tennent’s è di proprietà del gruppo C&C, dopo essere stata venduta dal gigante belga-brasiliano AB InBev (il primo produttore mondiale di birra). Tra le birre Tennents sicuramente la più conosciuta è la Tennent’s Super, famosissima in Italia e facilmente riconoscibile dalla grande T rossa. Ma nel catalogo Tennent’s è presente anche una birra per celiaci: la 1885 Lager Gluten Free, una vera lager prodotta con malto d’orzo secondo la ricetta scozzese. “Tutti meritano di bere una buona birra” recita l’azienda che ha puntato molto su questo prodotto spinta dalla volontà di offrire al consumatore celiaco un prodotto autentico e di qualità: “Non è un compromesso, è una normale, decisa Tennent’s, ma senza glutine”. Il gusto deciso delle tipiche birre scozzesi, ma senza glutine.


ARTICOLO TERMINATO!

E come sempre ti raccomandiamo: se hai domande, dubbi, chiarimenti di qualsiasi tipo, scrivici nei commenti o lascia la tua valutazione! Il team di FOODTOP è al tuo servizio per offrirti un servizio di qualità. Un saluto!

redazione

Scritto da redazione

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Borse di studio per giovani profughi ucraini

Birra Rebeers: innovazione ed unicità per birre artigianali d’autore